Previous ◁ | ▷ Next

Unitre, un progetto di vita

La società moderna tende ad emarginare la persona nel momento in cui esce dal ciclo produttivo, qualunque sia la sua età.

Dopo aver assaporato un’effimera euforia per aver raggiunto la possibilità di godere di un tempo libero ritrovato che si rivela, ben presto, privo di contenuti, molto spesso la persona resta in balia dello “shock da pensionamento”, della “sindrome da nido vuoto”, dell’ansia, della depressione e della non “voglia di comunicare con gli altri”, privata del desiderio di proiettarsi nel futuro per mancanza di un progetto di vita.

Con lo scopo di prevenire quanto più è possibile queste eventualità, per abbattere le barriere d’incomunicabilità fra le generazioni e per promuovere cultura e socialità, nel 1975 nacque a Torino la prima Università della Terza Età italiana che fu siglata Unitre perché si apriva a tre età.
Non ha preso l’esempio dell’Università delle Tre Età francese, prima nel mondo, ma si è rifatta all’Universitas del Medio Evo in cui anche i docenti operavano in qualità di volontari in quanto ritenevano che diffondere la cultura fosse un dovere.

 
Design by : WhiteReady srl.